Il mio blog

Qualcosa di me....

Ciao, io sono Lucy, ma il mio nome all'anagrafe è Lucia.  Ho 54 anni e ho pensato di creare questo blog personale, è un hobby, perché mi piace scrivere storie vere o di fantasia, qualcosa di me e ciò che riguarda i miei interessi. Mi piace raccontare qualcosa della mia vita, storie di persone che conosco, le mie idee. Ci tengo a dire, che non guadagno soldi da questo blog. Inoltre, se qualcuno volesse commentare, chiedere informazioni su qualche argomento trattato o semplicemente salutare, sarà il benvenuto. Potete anche scrivermi in privato, risponderò appena mi sarà possibile.

Grazie e buona lettura....

N.B. : il sito è in fase di aggiornamento.

12.01.2020

Questo diario è per me un "amico", qualcuno a cui confidare qualcosa, è un modo per parlare con qualcuno, visto che non ho nessuno con cui farlo. E quelle poche persone che ho, sono lontane e non posso messaggiare o telefonare, quindi faccio tutto da sola, anche perchè, molti non capiscono ciò che provo e non sanno aiutarmi o, addirittura, mi prendono in giro perché soffro per amore o per altre cose. Poi, ci sono amiche che, dicono e ne sono convinte di esserlo, ma quando sono con loro, parlano solo delle loro cose, a ruota, non dialogano, fanno semplicemente dei monologhi e io sto ad ascoltare, ascoltare e ascoltare, cose che magari non mi interessano affatto! Ecco perché io sento il bisogno di scrivere, almeno sfogo la mia rabbia e le mie frustrazioni. 

Tuttavia, ultimamente, qualcosa è cambiato nella mia vita, o meglio, dentro di me. Non ho più argomenti d'amore da raccontare, per fortuna, potrebbe dire qualcuno! Mi rendo conto di essere stata piuttosto monotona negli ultimi mesi, ma quel peso è uscito dal mio corpo, dalla mia mente e dalla mia anima. E' successo davvero in modo molto strano, ma è così. Ora la mia esistenza deve prendere un'altra piega, deve uscire fuori il meglio di me e non il peggio come è successo finora. Ho tante cose da dire e ...sono qui per farlo!

 

                                                                             

CORONAVIRUS- Danimarca, 04/04/2020

Quello che sta succedendo è più grande di noi e io non riesco a capire, tutto è così assurdo: città vuote, le dogane come nel periodo delle grandi guerre, la gente costretta a rimanere chiusa in casa e a firmare un foglio per poter uscire, mantenere le distanze al supermercato, dove si va solo per necessità, ristoranti chiusi, negozi che falliscono, aziende costrette a chiudere o lavorare in condizioni davvero assurde, usare guanti e masherine, non salutarsi con abbracci e strette di mano, come siamo abituati a fare...io non rieso a credere che stia succedendo sul serio. Migliaia di morti, da un paio di mesi a questa parte, il Mondo non è più lo stesso e non lo sarà MAI più!

Qui in Danimarca è un pò diverso, non usiamo le masherine, ma c'è il deserto intorno a noi e, anche se non si vede, c'è la morte nel cuore, in ognuno di noi. Vogliamo credere che, dato che abbiamo chiuso le frontiere subito, non ci saranno tante vittime come in Italia, ma chi lo sa veramente cosa succederà? Io non ho paura per me, non importa se sopravviverò a questo virus o meno, mi importa per gli altri, il resto del Mondo, la mia famiglia, i miei figli. Il mio stato d'animo è un pò "sospeso nell'aria"...non so esattamente come stia, soffro, piango, mi faccio tante domande e poi continuo la mia insulsa vita come sempre, quindi, posso dire che non è cambiato nulla per me, io faccio sempre le stesse cose, ma sapere che tutti gli altri hanno cambiato le loro abitudini per colpa di un essere che nemmeno riusciamo a vedere, fa si che il mio stato d'animo sia così...sospeso...non sono in grado di capire e l'unica cosa che mi solleva un pò il morale è la musica. 

 

 

Steve Howe

Grazie Steve, per allietare le mie giornate...